• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Linkedin

Ricerca 2° semestre 2018

IN UN CONTESTO ECONOMICO CHE SI PROFILA PROBLEMATICO, LE IMPRESE DEI SERVIZI PROFESSIONALI PUNTANO SEMPRE DI PIU’ SUI NUOVI CANALI DI COMUNICAZIONE E MARKETING: UN QUINTO DEL FATTURATO DERIVA DALL’ATTIVITA’ SUL WEB (+2,1% SU SEI MESI)

scarica la ricerca completa del II semestre 2018

QUADRO ECONOMICO

Gli ultimi mesi del 2018 hanno coinciso con quella che sembra, a tutti gli effetti, una nuova stagione di crisi economica. I dati negativi su PIL, produzione industriale, fatturato e ordinativi non fanno altro che alimentare uno scenario che lascia presagire più ombre che luci per il prossimo futuro.

Le imprese dei servizi professionali, pur avendo negli anni ostentato (spesso oltre la media) una certa resilienza alle avversità, si trovano dunque costrette a muoversi su un terreno scivoloso, che si evidenzia con un calo importante del clima di fiducia (indicatore congiunturale da 44,3 a 40) e con una stagnazione del livello dei ricavi (da 44,8 a 44,3, con un outlook in flessione).

Fig 1. Andamento dei ricavi [I valori sono costituiti da percentuali di imprese rispondenti. Saldo = (% aumentato) + ((% uguale) / 2)]

quadro economico

Il sentiment delle imprese è il termometro di come queste intenderanno muoversi di qui a pochi mesi. Un peggioramento della fiducia è spesso sinonimo di una ritrosia nell’effettuare investimenti, compresi quelli già in programma da tempo. Non aiuta in questo senso il rapporto con le Banche, che sembrano aver nuovamente tirato il freno a mano nell’erogazione del credito.

Fig 2. A prescindere dalle motivazioni e dalla forma tecnica, la Sua impresa ha chiesto un fido  o un finanziamento, o ha chiesto di rinegoziare un fido o un finanziamento esistente, ad una delle banche con la quale intrattiene rapporti negli ultimi sei mesi?

quadro economico

Il combinato disposto dei due fenomeni si configura come un potenziale ostacolo al processo di adeguamento alla modernizzazione (cui le imprese dei servizi professionali sono particolarmente soggette). Tuttavia, sia per necessità, sia per ragioni strutturali che confermano la solidità del comparto, le imprese del settore non sembrano perdere di vista i propri piani di sviluppo nel medio-lungo termine, a cominciare da interventi in tema lavoro e con un occhio sempre più attento ai nuovi canali di comunicazione e di marketing digitale.

 LEGGI L'ULTIMA RICERCA 2018

Cerca Aziende Associate



Diventa Socio
Ricevere news da Asseprim